IT EN ES

Uno spazio di dialogo aperto spirituale-culturale  

...per continuare la riflessione sulle parole della nuova cultura mariana. Nuova cultura che apprende da Maria le parole della rinascita, di un modo nuovo di abitare il nostro tempo, di una nuova postura di stare nel mondo e che sia balsamo di cura per la nostra umanità ferita al cuore. Uno spazio per mantenere vive le domande e non dimenticare, ma custodire i germogli di novità sbocciati durante questo tempo.

ANNO 2024

Tema: Artigiani di umanità. Spazio interattivo.

 

Tema: "Avvenga". Maria donna del desiderio. Tavola rotonda con Salvo Noè e Denise Adversi.

 
 
Tema: "Vide che era cosa molto bella" (Gen 1,31). Maria. Per un cristianesimo umano e umanizzante. Relatore: Luigi Maria Epicoco.

 

*********

ANNO 2023 

Comunità di diversi. Come far dialogare le diversità nella Chiesa e nelle comunità ecclesiali? Con Marco Tibaldi, teologo e filosofo.

***

Donne e prime comunità cristiane. Rilettura, riflessioni, domande aperte. Con Lidia Maggi, biblista e pastora battista.

 

Il Sabato del Cantiere 2022

Il testo dell'introduzione di Anna Maria Calzolaro (pdf)

COMUNITA', UNITI E DIVERSI (tavola rotonda). Con Lidia Maggi e Marco Tibaldi.

 

________________________________________________________________________________

ANNO 2021/2022

 

ANNO 2020/2021

 

******

Se desideri far parte della nostra community e sostenere questo progetto, puoi inviare un contributo entrando nella sezione FAI UNA DONAZIONE 

 

Primo piano

Proseguono i "lavori" del Cantiere mariano. Dopo l'incontro precendente, dove abbiamo declinato la parola "umanità" dal punto di vista biblico - esistenziale con la relazione di Luigi Maria Epicoco, continuiamo la nostra riflessione su questa parola dal punto di vista psicologico e filosofico, con gli interventi di Denise Adversi e Salvo Noè. Segue uno spazio interattivo.

Come aiutarci

Maria, ti accolgo come dono di Gesù dalla croce e mi affido interamente a te. Ti offro quello che sono, che amo e che ho, perché risplenda in me la bellezza di Cristo.

Caterina Labouré, Parigi 27 novembre 1830: "Tutti coloro che la porteranno al collo riceveranno molte grazie; saranno colmati di benefici quanti la porteranno con fede".

Loading…