IT EN ES

Itinerario di preparazione

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Cleopa e Maria di Magdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: "Donna ecco il tuo figlio!". Poi disse al discepolo: "Ecco tua madre!". E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé”. (Gv 19,25-27)

L’itinerario biblico-esistenziale dell’affidamento si realizza in un ciclo di incontri periodici, personali o di gruppo, svolti in un sereno clima di condivisione. Culmine del percorso è il rito di affidamento in cui le persone recitano la preghiera personale a Maria e ricevono in dono la Medaglia miracolosa.

Le tappe del percorso

Questo percorso ha un taglio biblico-esistenziale e introduce gradualmente in un’esperienza di fede. È finalizzato a conoscere la figura e la missione di Maria all’interno del progetto di Dio, nella sua relazione con Cristo e con la Chiesa, nella sua esemplarità di vita e di fede. I testi-guida sono tratti dalla Parola di Dio, dal Magistero, dalla tradizione spirituale cristiana, dagli Scritti di san Massimiliano Kolbe e del nostro fondatore, padre Luigi Faccenda, OFMConv. L’itinerario prevede cinque tappe, più un momento conclusivo in cui si colloca il rito dell’affidamento.

Prima Tappa
La gioia di un incontro
Chi è Maria nel cuore e nel progetto di Dio.
Giovanni 2,1-12: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».

Seconda Tappa
Maria madre
Il dono della Madre: fondamenti biblici dell’affidamento a Maria.
Giovanni 19,25-27: «Ecco tua madre».

Terza Tappa
Maria sorella 
L’accoglienza di Maria ci conduce a fare nostri i suoi atteggiamenti e le sue scelte, a sentirla sorella nel cammino della fede, nella sfida quotidiana della santità.
Matteo 12,48.50: «Chi è mia madre? Colui che fa la volontà di Dio».

Quarta tappa
Maria discepola missionaria
L’affidamento a Maria racchiude in sé un dinamismo di vita e di missione; pone in un atteggiamento di uscita.
Luca 1,39-45: «Si mise in viaggio».


Quinta tappa
Pregare con il cuore di Maria
Donna di azione e di contemplazione, Maria ci conduce nel cuore dell’esperienza cristiana che è fiducia, abbandono, disponibilità piena a Dio e al suo progetto d’amore.
Luca 1,38: «Eccomi…».

Sesta tappa
Rito di affidamento
Ti offro quello che sono, che amo e che ho, perché risplenda in me la bellezza di Cristo.

 

IL DEPLIANT DELLE TAPPE

 

PER INFORMAZIONI

Missionarie dell’Immacolata Padre Kolbe
Via Giovanni XXIII, 19 - Borgonuovo 40037 Sasso Marconi (BO) 
Tel. 051 845002-845607

e-mail: info@kolbemission.org
Recapiti

Primo piano

In questa pagina di Vangelo (Gv 2,13-25) Gesù ci invita a rovesciare la logica del dare-avere, del vendere-comprare, anche nei confronti di Dio, modi che offendono l’amore che mai si impone, mai si può comprare. Per Gesù non esiste l’economia di scambio, ma quella della grazia e del dono. Dio non chiede sacrifici, dona e basta! Un Dio che non ci saremo mai aspettati. Con il gesto della frusta Gesù sta rivelando il vero volto di Suo Padre, il rovesciare i tavoli dei mercanti al tempio segna l’inizio della missione di Gesù, è un gesto profetico, e ci fa capire che la vita è puro dono. Il tempio nuovo è l’amore.

Entra nella pagina e ascolta "La trasfigurazione: tra la luce e la discesa" su Spreaker.

Come aiutarci

«L’amore è il segreto di Dio.
Davanti a Lui non c’è il grande, il piccolo, il molto, il poco, ma solo l’amore»
(padre Luigi M. Faccenda)

Se possiedi un talento particolare da condividere con gratuità e generosità contattaci, ogni tuo piccolo o grande apporto verrà accolto come un dono prezioso.

Il tuo piccolo gesto d’amore può cambiare la storia e rendere il mondo un posto migliore.

Loading…