IT EN ES

"Per me missione è..."

Ottobre missionario

«Di me sarete testimoni» (At 1,8). Questo il tema della Giornata Missionaria Mondiale 2022.  Una Parola che diventa scelta  di vita, come leggiamo in queste brevi testimonianze di alcune missionarie.

«Missione, per me, è essere così innamorati di Cristo da sentire il suo “Ho sete!” e stare con Lui tutta una vita. È guardare con gli occhi di Gesù a coloro che incontro tutti i giorni e guardarli con il suo stesso amore. Missione è lasciarmi prendere da Maria, mettere la mia manonella sua, avere la fiducia che lei mi porta nel cuore delle persone che incontro, e non lasciare mai quella mano, perché Maria è la prima missionaria e a lei mi affido. Missione è non stancarsi mai di amare, di servire, di gioire, di abbracciare, di essere teneri anche quando il mondo è duro» (Anna Brizzi, 15 anni in Argentina e da 15 negli Stati Uniti).

***

«La missione è la mia vita, è un dono, è la possibilità di imparare ogni giorno, di dare e ricevere, di condividere la grandezza del Signore, lasciarmi trasformare accogliendo il dono della vita senza giudicare, amando. È vedere nello sguardo di un bambino, di una persona indifesa, la presenza di Dio che si incarna nella realtà, lì dove sono, nella gioia e nella sofferenza. È condividere il dono della consacrazione a Maria. È essere una presenza serena e accogliente, imitando Maria» (Angela De Marco, 9 anni in Argentina e da 13 in Bolivia).

***

«Missione è tenere accesa la luce che Gesù, attraverso san Massimiliano, ha fatto ardere in me. È tenere uniti nel cuore di Maria tanti fratelli di tante nazionalità e culture. È vivere la mia maternità spirituale verso tutti i figli che porto nel cuore e che raggiungo con la parola e con lo scritto. È costruire ponti di solidarietà con le nostre missioni in America Latina. È spargere ovunque il seme dell’amore infinito di Dio attraverso la tenerezza della Madre» (Enrichetta, da 30 anni in Lussemburgo).

***

«Per me la missione è fare del bene al mondo. Condividere la fede in Cristo e aiutare le persone a trovare il senso della vita. Stare attenti a quello di cui hanno bisogno come la Madonna a Cana. La missione non finisce mai. Èbello essere missionari per tutta la vita» (Cristina Dozzi, 15 anni in Bolivia e 19 in Argentina).

***

«Per me missione è dare vita e ricevere vita, È vivere tutto quello che essa comporta con passione, entusiasmo, energia. Ècredere che Dio opera attraverso il nostro stare qui, con quello che siamo» (Maria Luisa, da 10 anni a Montero, Bolivia).

***

«Per me missione è uscire da sé stessi e lasciarsi sorprendere. Ècondividere, gioire, piangere con chi mi è a fianco; è vivere con passione ogni attimo. Missione è mettere a disposizione ciò che il Signore mi ha donato e condividerlo con chi mi è vicino, ovunque io sia» (Katia, in Brasile da 7 mesi).

***

«Per me la missione è prima di tutto una grazia di Dio. È un camminare con Lui vicino ad ogni persona che accolgo in questo Centro kolbiano. Missione è servizio e annuncio dell’amore di Dio. Èdono di sé in ogni luogo e circostanza» (Ercolina, 20 anni in Argentina, 5 in Bolivia e da 15 in Polonia).

*********

SE VUOI CONOSCERE LA NOSTRA MISSIONE: 

https://www.kolbemission.org/it/chi-siamo/missione/

Primo piano

Si è svolto al Cenacolo Mariano il "SABATO DEL CANTIERE", una giornata mariana a più voci. Nella pagina interna potete trovare il testo dell'introduzione di Anna Maria Calzolaro e il video della tavola rotonda del pomeriggio con Lidia Maggi e Marco Tibaldi.

Come aiutarci
Loading…