1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  1. IT
  2. EN
  3. ES
  4. FR
  5. PT
  6. PL
Contenuto della pagina

Lettere dalla Bolivia

Missione nel Sud

 

Ciao a tutti! 
Sono tornata da qualche giorno dalla mia prima esperienza di missione, in una regione molto povera che si trova nel Sud della Bolivia. É stata un'esperienza molto forte, per questo ho pensato di condividerla con voi. 

Solo ora, dopo 9 mesi che sono qui in Bolivia, posso dire di aver constatato con i miei occhi la difficile piaga della povertá che vive la maggior parte di questa gente e, aver ascoltato le difficili e a volte terrificanti situazioni che soprattutto le donne e i bambini vivono. 
Abbiamo visitato una zona della parrocchia divisa in 3 barrios, (zone) di un paese che si chiama Vllas Montes, nell'oriente boliviano. Questa parrocchia molto numerosa, ha 2 sacerdoti molto giovani, il parroco ha solo 32 anni e l'altro sacerdote non ha ancora compiuto 1 anno di ordinazione sacerdotale, nonostante la loro giovane età e la poca esperienza pastorale sono in gamba e desiderosi di aiutare il loro "gregge". Questi barrios si trovano in campagne sperdute, molte famiglie non hanno acqua e corrente, vivono in situazioni, io definirei "disumane", in piccole capanne fatte con teloni di plastica, i piú "ricchi" hanno uno stanzino fatto di fango e foglie di palme o con dei tronchi di albero.
Molti di loro sono senza Sacramenti, diversi, anche giovani, sono analfabeti. Molti bambini non vanno a scuola perché devono lavorare per poter mangiare loro e la loro numerosa famiglia . Abbiamo avuto una temperatura di circa 46-48 gradi, dicono che in questa zona la maggior parte dell'anno é sempre cosí alta e soprattutto umida. I primi giorni che ho visitato queste famiglie, mi sembrava irreale ció che vedevo e ascoltavo, la sera non riuscivo ad addormentarmi al pensare che tanti miei fratelli erano lí in quella campagna abbandonati a loro stessi e io... anche se ero alloggiata non molto comodamente, sicuramente stavo molto meglio e, soprattutto riparata dal caldo umido e soffocante e protetta da migliaia di insetti. 
 
Nonostante questa triste realtá che ho sperimentato e in parte condiviso con questi nostri fratelli, sono tornata a casa contenta di essere ció che sono: di essere questa Lucia con la sua storia, con i suoi limiti e doni e, soprattutto grata al Signore, alla mia famiglia per tutto ció che ho ricevuto. 
Mentre seguo accompagnando con la preghiera e l'offerta questi fratelli che il Signore mi ha fatto incontrare in questo tempo, continuo, arricchita da tale esperienza, la forte e ricca missione che il Signore mi sta regalando.

Vi abbraccio fuerte e vi ricordo sempre con affetto! 
Anche voi ricordatemi nella vostra preghiera! 
Hasta luego!

Lucia Corcella 
Missionaria dell'Immacolata padre Kolbe