1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  1. IT
  2. EN
  3. ES
  4. FR
  5. PT
  6. PL
Contenuto della pagina

Mi hai chiamata, eccomi!

Testimonianze vocazionali

«La maternità della Chiesa si esprime mediante la preghiera perseverante per le vocazioni e con l’azione educativa e di accompagnamento per quanti percepiscono la chiamata di Dio». 
(Papa Francesco)
 
.

ITALIA
Signore, sono qui oggi davanti a te per dirti quello che tu già sai. Voglio ricordare, ripassare dalle parti del cuore tutto il cammino che tu mi hai fatto percorrere... 
E sgorga da solo il GRAZIE. Per questa vita che amo con tutto il cuore. Per ogni donna, per ogni uomo. Per la mia famiglia, per l’amore, la pazienza e il patire di mamma e papà. Per il dono incommensurabile dei miei fratelli. Per il dono immenso delle mie sorelle, per ogni bene ricevuto, per il cammino condiviso, per l’amicizia (...continua)

 
 
.

BRASILE
Per me questo passo è come camminare con i piedi per terra e con lo sguardo del cuore fisso al Cielo, con un obiettivo, crescere ad ogni passo in fiducia, profondità e coraggio. Man mano vedo il sogno che si sta realizzando, la meta più vicina, e per non stancarmi mi ricordo sempre dell’inizio, quando ho sentito che il Signore mi chiamava, e poneva nel mio cuore i suoi sogni per me, affinché io potessi collaborare alla sua missione. Oggi posso rendere gloria a Dio per avermi chiamata con il Suo amore, e per questo desidero consacrarmi totalmente a Lui (...continua)

 
 
.

ARGENTINA
Sono convinta che con questa decisione non sto ipotecando la mia vita, ma che sto liberando la mia capacità di amare con libertà ogni persona, senza restrizioni e senza paura.
Credo veramente che il Signore mi abbia invitato a seguirlo, per questo mi consegno a Lui con fiducia, gli affido tutti i doni che gratuitamente ho ricevuto, per essere segno materno di un amore libero e gratuito, come Maria.
Rinnovo il desiderio di essere spazio abitato da Dio, sensibile alle necessità degli altri (...continua)

 
 
.

POLONIA
Lavoro in un asilo nido come pedagoga. Per me è una missione meravigliosa, anche se comporta molta responsabilità, il prendermi cura dei bambini nel primo anno di vita. Voglio loro tanto bene, mi sembra che un bimbo piccolo è molto autentico, puro. Quando gli orari di lavoro me lo permettono, prima di arrivare all’asilo nido vado a Messa. Unire la vita consacrata alla vita laica, ordinaria, non è semplice per me, sto man mano imparando. Lotto per saper organizzare bene il mio tempo. A volte è una strada piena di pietre, come in montagna, però sono sicura di camminare con Maria e sotto lo sguardo benevolo di Dio (...continua)

 
 

CALIFORNIA
Forever.
“Per sempre” non è una cosa brutta, è una cosa bella, è un dono, è un regalo di Dio. La cosa importante è che cosa facciamo con questo “per sempre”.
Ho pensato di dare questa vita per sempre a Dio come Lui ha dato la sua vita per me, per noi.
Com'è possibile che io posso dare la mia vita a Gesù? Non è qualcosa che io posso fare, accogliere, senza l'aiuto di Maria, senza Lei forse per me non sarebbe possibile, ma Lei c'è (...continua)

 
 
 
 

Si è concluso l'evento #GRAZIE su facebook.

 
 

Il messaggio del Papa per la 55ª giornata di preghiera per le vocazioni