1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  1. IT
  2. EN
  3. ES
  4. FR
  5. PT
  6. PL
Contenuto della pagina

Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni

Domenica di Pasqua. Regina Coeli. «Cristo è risorto! È veramente risorto! È fra noi, qui, in piazza!». Queste le parole di papa Francesco al mondo intero nel giorno della Risurrezione del Signore Gesù. Il suo invito è quello di non chiudersi allo Spirito: «Lasciamo che questa esperienza, impressa nel Vangelo, si imprima anche nei nostri cuori e traspaia nella nostra vita. Lasciamo che lo stupore gioioso della Domenica di Pasqua si irradi nei pensieri, negli sguardi, negli atteggiamenti, nei gesti e nelle parole ».
Non si tratta di una maschera, di un “maquillage” ma di una realtà vissuta; è infatti la gioia che «viene da dentro, da un cuore immerso nella fonte di questa gioia, come quello di Maria Maddalena, che pianse per la perdita del suo Signore e non credeva ai suoi occhi vedendolo risorto».
Il cristiano portaquesta gioia solo se l’ha incontrata: «Perché in un certo senso è risorto lui stesso, è risorta lei stessa. Allora è capace di portare un “raggio” della luce del Risorto nelle diverse situazioni: in quelle felici, rendendole più belle e preservandole dall’egoismo; in quelle dolorose, portando serenità e speranza».
Il Papa ha poi invitato a guardare alla gioia Maria così da riceverne esempio e consolazione:  «Come il suo dolore è stato intimo, tanto da trafiggere la sua anima, così la sua gioia è stata intima e profonda, e ad essa i discepoli potevano attingere».
«Passato attraverso l’esperienza di morte e risurrezione del suo Figlio, viste, nella fede, come l’espressione suprema dell’amore di Dio, il cuore di Maria è diventato una sorgente di pace, di consolazione, di speranza, di misericordia».

 

Monica