1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
  1. IT
  2. EN
  3. ES
  4. FR
  5. PT
  6. PL
Contenuto della pagina

Mariana

Essere, vivere, testimoniare Maria

 

L’affidamento della nostra vita a Maria, Madre di Dio, è la base della spiritualità di noi missionarie e volontari. Iniziamo ogni nuovo giorno con questo proposito, questo atto interiore, questa preghiera: “Vergine Immacolata, ti ricevo come dono di Gesù dalla croce e mi affido completamente a te”. È espressione del nostro carisma, il “regalo” speciale che abbiamo ricevuto da Dio.
Prima di morire sulla croce Gesù ci donò sua Madre e affidò ciascuno di noi al suo amore e alla sua tenerezza, così come racconta san Giovanni nel suo Vangelo: “Donna, ecco il tuo figlio”, “Ecco la tua madre” (Gv 19,26). Era la vetta del dono d’amore di Gesù per la salvezza del mondo: per questo nel ricevere questa Parola ci sentiamo chiamati a viverla nel profondo del nostro essere, nel nostro stile di vita, attraverso la testimonianza e il servizio. L’affidamento a Maria, quando trova accoglienza in noi, ci trasforma interiormente in Lei, in modo costante e graduale, così come è stato per san Massimiliano Kolbe. È questo il nostro desiderio più grande, la nostra meta, il nostro ideale: essere Maria. Nessuno meglio di Lei visse di Dio e per Dio.

 

La testimonianza di Paola Pusateri
(in francese)